“Massimo Spigaroli, una mia idea di cucina gastrofluviale” Presentato il libro dello chef Re dei culatelli

Clara Mennella2 Ottobre 2022

“Questo è il libro dei libri, probabilmente l’ultimo” così scrive Massimo Spigaroli nella dedica che apre il bellissimo volume scritto con l’aiuto del giornalista e amico Luigi Franchi.

Una manciata di righe che Spigaroli scrive ai suoi genitori in forma diretta, ricordandoli come se li avesse ancora accanto a sé. D’altronde la sua storia è quella della continuità, così come racconta lui stesso durante la presentazione alla stampa di questo lavoro che, a causa del Covid che ha imposto una lunga pausa, è durato cinque anni.

Massimo Spigaroli e la cantina dei culatelli (ph: Paolo Gepri)

Un periodo però che ha fatto bene ai contenuti, leggendolo si scopre che è un testo ponderato, non impulsivo, dove lo chef, insieme a Franchi, scava dentro di sé e nei ricordi senza tralasciare nessun dettaglio, nessun evento e nessuna persona.

Dal Bisnonno ai suoi giovani allievi, dal barbiere del paese al Principe e futuro Re d’Inghilterra Carlo, dai cantanti di casa nostra che negli anni sono passati da lì, alle star internazionali come Gerard Depardieu e Robert De Niro. E poi ancora, autori, colleghi giornalisti, personaggi di spicco del mondo enogastronomico, per ogni persona che abbia avuto un ruolo nella formazione e nel cuore di Massimo Spigaroli c’è qualche riga, un pensiero, un aneddoto.

Il libro infatti è una grande ricetta della sua vita, con tre ingredienti principali; il racconto autobiografico e familiare, i capitoli dedicati alle persone e infine le preparazioni dei piatti. Un vero incanto, da leggere e da guardare grazie anche alle magnifiche fotografie di due professionisti e artisti dell’obiettivo come Paolo Gepri e Paolo Picciotto.

Antica Corte in Golena (ph: Paolo Gepri)

In questo volume si scoprono tante cose anche in maniera divertente, sui culatelli, sul territorio e anche sulla storia del costume della nostra nazione, perché storie come questa ci onorano tutti e raccontano molto del carattere di tanti italiani che si sono fatti strada seguendo semplicemente quello che suggeriva il cuore, gettandolo anche ogni tanto oltre l’ostacolo, come ha fatto Massimo quel giorno che ha chiesto ad Alain Ducasse di scrivergli la prefazione del libro “E lui inaspettatamente mi ha detto di sì” ci racconta.

Luigi Franchi
Massimo Spigaroli, una mia idea di cucina gastrofluviale
ISBN 9788894594560 - € 52,00 - 224 pagine - Formato 23x34 cm
Copertina cartonata con custodia salva polvere

chevron-down-circle