La città di Velletri “Custode” dell'opera artistica di Luigi Magni e Lucia Mirisola

Redazione18 Luglio 2020

di Alessandro Filippi

La città di Velletri, in questo particolare momento storico è riuscita a proseguire un importante progetto culturale legato alle figure del maestro Luigi Magni e Lucia Mirisola. L’erede avvocato Leila Benhar e l’Associazione Luigi e Lucia Magni, hanno eseguito le volontà testamentarie della signora Mirisola consegnando al Museo a loro dedicato che ha sede presso il Polo Espositivo Juana Romani gli archivi professionali e le biblioteche della coppia. Motivo di orgoglio per la comunità tutta che dopo aver premiato Magni con il Premio Eduardo alla carriera – dopo avergli intitolato prima in Italia una strada e inaugurato un museo che raccoglie la memoria di tutta la vita artistica del grande maestro romano e della moglie la signora Mirisola, oggi riceve in custodia con l’obbligo di conservarli – renderli fruibili – tramandarli alle future generazioni i preziosi archivi professionali e le biblioteche della coppia. L’archivio comprende le sceneggiature originali scritte dal maestro prima per altri registi e poi per se stesso, molte di queste manoscritte con tutti gli appunti necessari per la realizzazione del film, le foto di scena scattate da fotografi come Tazio Secchiaroli – Angelo Pennoni giusto per ricordarne alcuni e le foto dei sopraluoghi per i film, senza dimenticare tutti i disegni originali della Mirisola per le scenografie e i costumi. Sarà possibile appena terminata la catalogazione dei fondi svolgere ricerche sulla filmografia di Magni, ma soprattutto sulla Roma ottocentesca di cui il maestro era un profondo conoscitore tanto che nella sua biblioteca di oltre settecento volumi, anch’essa a Velletri, ci sono testi preziosi per lo studio della città eterna. La signora Lucia voleva che tutto il loro lavoro fosse conservato e tramandato e sarà la nostra città ad esaudire questo suo desiderio, conservando e tramandando questo importante capitolo della storia del cinema italiano. La presenza al Polo Espositivo Juana Romani dei fondi si inquadra in un altro progetto molto caro a Lucia quello della divulgazione della loro opera nelle scuole per renderla fruibile agli studenti che con progetti mirati possano svolgere ricerche su Roma e sul cinema romano. A completamento di tutto il progetto che consentirà alla città di Velletri di essere da ora in poi l’unico punto di riferimento per chi vorrà studiare e conoscere Luigi Magni, annunciamo la nascita della FONDAZIONE MUSEO LUIGI MAGNI E LUCIA MIRISOLA costituita sempre in rispetto alle volontà della Mirisola che con a capo Alessandro Filippi sarà l’istituzione deputata a difendere le proprietà intellettuali di Gigi e Lucia e a curare ogni iniziativa legata alla loro memoria. Questa operazione è stata condivisa con il Dirigente Scolastico Eugenio Dibennardo e questo si incastra perfettamente nei desideri della signora Lucia, la quale voleva che la loro opera fosse portata e divulgata nelle scuole. Il Cesare Battisti di Velletri invece sarà l’istituzione scolastica che può vantare di conservarla in una struttura ad essa collegata e questo grazie alla lungimiranza del suo dirigente scolastico, uomo di cultura e appassionato conoscitore della settima arte. Quindi un grazie va proprio a lui che crede in certe iniziative e le fa sue insieme a tutto il Consiglio d'istituto. Grazie preside di vero cuore.

Lucia Mirisola con il marito sul set del film "In nome del popolo sovrano"
chevron-down-circle