Frascati: il Consiglio Comunale approva il Bilancio Consuntivo del 2019

Redazione23 Luglio 2020

Prosegue il risanamento dei conti del Comune di Frascati, il cui Bilancio 2019 migliora ancora rispetto a quello del 2018 e del 2017. E così, dopo che Collegio dei Revisori dei Conti ha cambiato il parere, dando una valutazione complessiva favorevole al Bilancio 2019 e all’azione dell’Amministrazione Mastrosanti, il Consiglio comunale ha approvato il Consolidato con 9 voti favorevoli, 5 contrari e 2 astenuti.

Il Collegio dei Revisori dei Conti con il primo parere aveva espresso delle perplessità, riguardanti il fallimento della STS Srl che si sarebbe potuto ripercuotere sul Consolidato 2019. Per superare tali perplessità sono stati forniti chiarimenti da parte dell’Avvocatura Comunale e della Dirigenza del Settore II e, a seguito anche delle rassicurazioni fornite nel corso dei colloqui avuti con il Sindaco Roberto Mastrosanti e con l’Assessore al Bilancio Claudio Gori, il Collegio dei Revisori ha valutato positivamente l’approvazione del rendiconto.

Nel complesso, lo scorso anno, l’Ente ha ridotto il proprio disavanzo di 6 milioni di euro, apportando miglioramenti sostanziali sul fronte finanziario. In particolare, il 2019 si è chiuso con un avanzo di cassa di circa 600mila euro, dovuto anche alla riduzione al ricorso all’anticipazione di tesoreria, che dai 5 milioni e mezzo del 2017 è passata a 1 milione e mezzo del 2019. Conseguentemente si sono anche ridotte le giornate di anticipazione, passando dai 361 giorni del 2017 ai 255 giorni.

Si riduce inoltre di 2 milioni di euro la massa complessiva dei debiti del Comune, che passa dai 56 milioni del 2018 ai 54 milioni del 2019. A questi dati positivi si aggiunge anche quello relativo alla riduzione dei tempi medi di pagamento, che passa dai 183 giorni del 2017 ai 156 del 2019. Per quanto riguarda il Bilancio 2019 dell’Azienda Speciale STS, l’Amministrazione comunale dal suo insediamento ha risanato due annualità su tre, recuperando 1 milione 200mila euro su 1 milione 800mila euro di disavanzo. Se il 2020 confermerà le premesse, alla fine di quest’anno il Bilancio sarà in pareggio.

«Questo significa che il Comune ha generato maggiore cassa, che è servita a ridurre i tempi medi di pagamento e quindi a incrementare la velocità con cui si pagano i creditori, anche se il parametro è ancora alto e bisogna ancora lavorarci sopra - dichiara l’Assessore al Bilancio Claudio Gori -. Nel complesso possiamo essere moderatamente soddisfatti per quello che stiamo facendo. I conti continuano progressivamente a migliorare e direi che è chiara e inequivocabile l’azione di risanamento dell’Amministrazione comunale».

chevron-down-circle