Con “Mio padre. Appunti sulla guerra civile” domenica 20 marzo si torna all’Artemisio-Volonté

Redazione15 Marzo 2022
Locandina Pennacchi

Ultimo spettacolo in cartellone per la stagione di prosa del Teatro Artemisio-Volonté, diretto da Giacomo Zito. Nel programma messo a punto dalla Fondazione di Partecipazione Arte & Cultura in collaborazione con ATCL e con il patrocinio di Comune, Regione e Ministero, domenica 20 marzo alle ore 18.30 è previsto “Mio padre. Appunti sulla guerra civile”, di Andrea Pennacchi, una storia intensa, educativa e commovente.

“Domenica 6 maggio 1945, alle 10 e tre quarti, mio padre, nome di battaglia Bepi, mio zio Vladimiro e il tenente degli alpini Stelio Luconi - medaglia d’oro al valor militare in Russia - scoprono di aver vinto la Seconda Guerra Mondiale”. Una consapevolezza quasi casuale, quella raccontata, nell’ottica di un figlio che alle prese con il lutto paterno si ritrova alla fin degli anni Novanta.  Come Telemaco, ma più vecchio e sovrappeso, Andrea Pennacchi si mette alla ricerca della storia e di suo padre riscoprendone il passato partigiano, e prigioniero, nonché la sua Odissea di ritorno in un'Italia devastata dalla guerra. Sperando di trovare un insegnamento su come si mettono a posto le cose.

Lo spettacolo, di grandissima attualità visto il periodo storico, è presentato dalla compagnia Teatro Boxer e vedrà in scena Andrea Pennacchi con le musiche di Giorgio Gobbo e Gianluca Segato. Questi i costi dei biglietti: platea primo settore 20 euro (18 se ridotto, + 2 di prevendita), platea secondo settore 18 euro (+2 di prevendita, 15+1,50 di prevendita se ridotto), galleria 15 euro (13 se ridotto, +1,50 di prevendita), galleria per gruppi organizzati a 10 euro (minimo 20 persone+1 euro di prevendita). Si possono acquistare i tagliandi presso “Il biglietto” (via De Filippo, 99 a Velletri) da lunedì a sabato (8,30-13/16-19.45) o su Ticket One, nonché il giorno dello spettacolo al botteghino del Teatro Artemisio-Volonté. Si accede con Super Green Pass.

chevron-down-circle