A Speranza Scappucci la cittadinanza onoraria a Pozzolo Formigaro (AL)

Clara Mennella22 Maggio 2022

Un paese con meno di cinquemila abitanti ma che da ora avrà un cittadino onorario di fama internazionale. Si tratta di Speranza Scappucci musicista e Direttrice d’orchestra che ha ricevuto la cittadinanza dalle mani del Sindaco di Pozzolo, affiancato dal Sindaco di Novi Ligure, città a 5 chilometri di distanza e luogo dei ricordi di Scappucci.

Infatti Pozzolo Formigaro è il paese d’origine della madre della famosa Direttrice che invece è romana e diplomata alla Julliard School di New York ed al Conservatorio di Musica Santa Cecilia di Roma, è regolarmente ospite all’Opera di Vienna, Zurigo, Parigi, Barcellona e Washington.

Speranza Scappucci (foto Clara Mennella)

Il primo amore è stato il pianoforte poi, con il tempo e l’esperienza, Speranza Scappucci ha voluto prendere la strada per la direzione d’orchestra, una scelta che comporta studio continuo, perché oltre a quello che si è imparato nel passato c’è una ricerca costante nelle partiture, per cercare di rendere la verità dell’autore e, a questa, unire la visione personale.

Speranza è arrivata a realizzare questo obiettivo con grande tenacia, unita ad un talento straordinario, fino ad essere la prima donna italiana a dirigere un'opera al Teatro alla Scala, e venire riconosciuta dalla stampa italiana e internazionale come uno dei direttori più interessanti della sua generazione.

L’incontro con i Sindaci è avvenuto nei giorni scorsi presso il Teatro Romualdo Marenco di Novi Ligure, un piccolo gioiello di architettura che ha strappato delle bellissime parole a Speranza Scappucci che vive a New York: “Essere qui mi fa pensare a quanti teatri come questo ci sono in Italia che magari sono chiusi o da restaurare, quante possibilità avremmo noi in Italia per fare cultura, musica o teatro, utilizzando posti piccoli come questo che però la comunità o i paesi vicini potrebbero frequentare. Questo luogo è bellissimo e sarebbe bello in futuro venire qui per fare un concerto oppure un’opera.”

La musicista si trova in Italia per dirigere alla Scala di Milano la Filarmonica per la Stagione sinfonica in cui presenterà pagine “italiane” di Schubert, Mozart e Mendelssohn: “Sono tanti anni che il Sindaco di Pozzolo cercava di portarmi qui e ci voleva la Scala per darmi questa possibilità… d’altronde Milano è più vicino di New York…” ha dichiarato con simpatia.

Scappucci insieme a Corrado Augias durante una delle puntate di "La Gioia della Musica" su RAI3

Un curriculum impossibile da elencare che include, fra tante alte cose diversi melodrammi all’Opera di Roma, al Regio di Torino, al Festival Rossini di Pesaro e concerti con l’Orchestra del Maggio Fiorentino e la Toscanini di Parma. All’estero ha lavorato, al Liceu di Barcellona, all’Opernahus di Zurigo, al Mariinskij di San Pietroburgo, al Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, al Théâtre du Capitole di Tolosa, al New National Theater di Tokyo e alle opere di Washington, Los Angeles, Santa Fe, oltre a dirigere tre produzioni e il Ballo dell’Opera alla Staatsoper di Vienna.

Da lunedì 9 maggio Speranza Scappucci è parte del programma dedicato alla musica classica in 25 puntate di Corrado Augias “La gioia della musica”, alle 20.20 su Rai3. Il titolo è ispirato al libro di Leonard Bernstein, The Joy of Music e il programma è realizzato in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai.

chevron-down-circle